Dove visito

Campania

Emicenter Galleria Napoli
Piazzetta Matilde Serao 19
Napoli (NA)
Tel. 081 1980 7000

Campania

Emicenter
Via Taverna Rossa 169,
Casavatore (NA)
Tel. 081 1980 7000

Campania

Centro Medico CMGM
Via Aniello Marrone 59,
Melito (NA)
Tel. 081 711 4328

Richiedi una visita specialistica

    Specialista intervento protesi Anca

    La mia attività clinica si sviluppa nel campo generale dell’ortopedia e traumatologia con particolari interessi clinici e chirurgici per le articolazioni del ginocchio e dell’anca.

    Dopo essermi formato presso l’Università Federico II di Napoli, entro a parte dell’equipe CASCO dell’Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano nel 2010, dove ora sono Responsabile della chirurgia del ginocchio.

    Specifiche dell'intervento di protesi all'anca

    La protesi dell’anca mini invasiva per via anteriore è una tecnica chirurgica avanzata che permette di sostituire l’articolazione dell’anca danneggiata attraverso una piccola incisione nella parte anteriore dell’anca. Questo approccio ha diversi vantaggi rispetto alla tecnica tradizionale, tra cui minori danni ai tessuti, recupero più rapido e riduzione del dolore post-operatorio.

    Preparazione all'intervento

    Valutazione pre-operatoria

    Il paziente viene sottoposto a una valutazione clinica completa che include esami del sangue, radiografie, e valutazioni cardiologiche per assicurare che sia idoneo all’intervento.

    Educazione del paziente

    Viene spiegato al paziente il procedimento chirurgico, i rischi e i benefici, e il percorso di riabilitazione post-operatoria.

    Fasi dell'intervento chirurgico

    Anestesia: L’intervento può essere eseguito sotto anestesia generale o spinale, a seconda delle condizioni del paziente e delle preferenze dell’anestesista.

    Incisione: Viene effettuata una piccola incisione, generalmente di 8-12 cm, nella parte anteriore dell’anca. Questo approccio evita il danneggiamento dei muscoli e dei tendini circostanti.

    Accesso all’articolazione: Il chirurgo utilizza strumenti speciali per separare delicatamente i muscoli senza tagliarli, accedendo direttamente all’articolazione dell’anca.

    Preparazione dell’articolazione: Le superfici articolari danneggiate del femore e dell’acetabolo vengono rimosse con precisione.

    Impianto della protesi: Vengono impiantate le componenti protesiche, che consistono in una coppa acetabolare, una testa femorale e uno stelo femorale. Le componenti possono essere fissate con o senza cemento osseo.

    Chiusura dell’incisione: L’incisione viene suturata e viene applicato un bendaggio sterile.